PROFEZIE

I messaggi con contenuti profetici si riscontrano prevalentemente dal 2005 in poi.
Messaggi con contenuti profetici precedenti al 2005

Per ricerche:
dal 1987 al 2004 in pdf
dal 2005 al 2012 in pdf
dal 2013 al 2015 in pdf



La Madonna ha più volte ripetuto qual è lo scopo delle profezie:


Ciò che vi dico non è per spaventarvi, ma perché possiate essere preparati. (2.476 - 29.01.2005)

Cari figli, ciò che vi dico non è per spaventarvi. Vi parlo perché ho il consenso di mio Figlio Gesù. Ciò che non potete comprendere ora, lo comprenderete più tardi. (2.486 - 22.02.2005)

Non voglio spaventarvi, ma è necessario che voi conosciate tutto questo. (2.530 - 01.06.2005)

Ciò che vi dico non è per farvi paura. Desidero prepararvi affinché possiate sostenere il peso della croce. Se pregate comprenderete che i miei appelli non sono di paura, ma di avviso che vi conduce alla speranza. (2.578 - 22.09.2005)


Ricordandoci che non si tratterà tanto della fine del mondo quanto di un nuovo inizio:


Tutto sulla terra sarà trasformato e gli eletti vivranno felici. Sulla terra non ci sarà angoscia perché il dolore non esisterà più. L’uomo non avrà paura perché il male non esisterà più. La terra sarà un paradiso e gli uomini sperimenteranno una gioia senza fine. (2.524 - 18.05.2005)

Cari figli, arriverà il giorno in cui gli uomini vivranno in perfetta comunione con Dio. Passate tutte le tribolazioni, vedrete la pace regnare sulla terra. Sappiate che il Signore ha riservato per i giusti ciò che gli occhi umani non hanno mai visto. (2.560 - 11.08.2005)

Sappiate che dove oggi c’è fame ci sarà abbondanza. Il triste paesaggio del sertão sarà trasformato e gli uomini vedranno la mano potente del Signore agire. Arriverà il giorno in cui la neve cadrà in pieno sertão. I bambini giocheranno con gli animali che oggi sono feroci e la vita sulla terra sarà totalmente differente. (2.533 - 07.06.2005)

Cari figli, confidate pienamente nel potere di Dio. Dopo tutta la tribolazione, il Signore trasformerà la terra e la pace regnerà tra gli uomini. Dio farà sorgere fiumi nel deserto e ci sarà grande abbondanza nelle regioni più povere della terra. I prodigi del Signore saranno grandiosi. (2.716 - 05/08/2006)



Non dimentichiamo anche che le profezie sono condizionate dalla risposta umana:


Dal Libro di Giona
Fu rivolta a Giona una seconda volta questa parola del Signore: «Alzati, va' a Ninive la grande città e annunzia loro quanto ti dirò». Giona si alzò e andò a Ninive secondo la parola del Signore. Ninive era una città molto grande, di tre giornate di cammino. Giona cominciò a percorrere la città, per un giorno di cammino e predicava: «Ancora quaranta giorni e Ninive sarà distrutta». I cittadini di Ninive credettero a Dio e bandirono un digiuno, vestirono il sacco, dal più grande al più piccolo. Giunta la notizia fino al re di Ninive, egli si alzò dal trono, si tolse il manto, si coprì di sacco e si mise a sedere sulla cenere. Poi fu proclamato in Ninive questo decreto, per ordine del re e dei suoi grandi: «Uomini e animali, grandi e piccoli, non gustino nulla, non pascolino, non bevano acqua. Uomini e bestie si coprano di sacco e si invochi Dio con tutte le forze; ognuno si converta dalla sua condotta malvagia e dalla violenza che è nelle sue mani. Chi sa che Dio non cambi, si impietosisca, deponga il suo ardente sdegno sì che noi non moriamo?». Dio vide le loro opere, che cioè si erano convertiti dalla loro condotta malvagia, e Dio si impietosì riguardo al male che aveva minacciato di fare loro e non lo fece.