Le apparizioni a Piedade dos Gerais (1987 - in corso) - testi originali: www.valedaimaculadaconceicao.com.br

Messaggio di domenica 20.01.2019
traduzione dall'audio

Cari figli,
con grande sapienza e anche con gioia - perché questo è l’anno delle missioni, delle comunità e ogni famiglia è missionaria e vive in comunità - siamo e abbiamo bisogno di essere la bella famiglia di Dio. Questo bel giardino di cui Dio si prende cura perché lo ama.

Oggi vi invito, come Madre, innanzitutto a ringraziare Dio. Ringrazia Dio per la tua vita, per la fede che oggi ti porta qui, tu che sei venuto da così lontano a cercare la protezione e la benedizione della Santissima Trinità per la tua vita, per la tua famiglia, per i giovani, i bambini, il popolo di Dio, i sacerdoti, i missionari. Ringraziamo Dio innanzitutto per questo giorno, questo giorno del Signore, questa domenica di preghiera, per la fede, per la luce che oggi ci illumina, la luce dello Spirito Santo. Vieni, Spirito Santo! A illuminare soprattutto i cuori qui presenti, assetati della brezza leggera che è Gesù. E di pace, soprattutto di pace in famiglia.

Oggi chiediamo la protezione, nella preghiera di questo santo rosario, per le famiglie. Oggi è la domenica delle famiglie. Le famiglie hanno molto bisogno di questa brezza leggera che è Cristo, nelle loro case. La mitezza. Come vincere le tempeste? Ricordando che Gesù è la brezza leggera. Allora, se oggi la tua famiglia attraversa una tempesta, non fare tempesta! Chiedi la brezza leggera. Vinci ogni sofferenza che è nella tua casa, nella tua famiglia, con la preghiera. E molto silenzio. Perché il nemico vuole distruggere la famiglia. Sta cercando in ogni modo di distruggere questo giardino che Dio ama, che è la famiglia. Allora prenditi molta cura della tua famiglia. E sii prudente. Molto prudente.

Stiamo vivendo un tempo di grande sofferenza, in cui nessuno vuole una vita di cambiamento, di trasformazione. L’uomo è sempre rivolto alle briciole che offre il nemico, il piacere della materia, della carne. Allora è necessario un grande impegno di fede. Spiritualità. Chiedere allo Spirito Santo: “Vieni a illuminare le famiglie. Soprattutto la mia famiglia.” Ognuno chieda per la propria famiglia.

Insieme a Gesù e San Giuseppe, io Maria ho sperimentato vivamente la luce dello Spirito Santo. La Sacra Famiglia ha sperimentato questa luce grandiosa dello Spirito Santo. Era lo Spirito Santo che guidava la Sacra Famiglia. Ed è lo Spirito Santo che condurrà tutte le famiglie che hanno bisogno della protezione della Sacra Famiglia.

Oggi vogliamo anche chiedere aiuto ai tanti santi forti che sono nella Chiesa, martiri, che soffrirono molto per difendere la realizzazione del piano di Dio nelle loro vite. Anche tu oggi hai le tue battaglie spirituali, attraversi sofferenze, porti la tua croce. Chiediamo la protezione di tutti i santi, martiri, che hanno avuto la grazia di essere fedeli a Dio.

Perché Gesù oggi ci insegna: “meglio mille volte una piaga sulla carne che una sola piaga nell’anima”. Allora ci vuole fedeltà. A volte hai quella spina nella tua carne, quella infermità, quella persecuzione che soffri nella carne, ma la tua anima è in Dio, tranquilla, sana, piena di vita. Perché è mille volte meglio una carne ferita che un’anima ferita. È per questo che oggi la sofferenza è così grande: perché la ferita è nell’anima.
Quella ferita nel corpo è vittoria, perché Dio non sceglie figli qualunque, sceglie figli speciali. Ogni figlio speciale è quello che porta la sua croce. Così come è avvenuto nella vita dei santi. Sono stati strumenti speciali. Non hanno ceduto davanti alle prove, hanno sofferto per la realizzazione della volontà di Dio sempre. Perché Dio vuole il meglio per te.

Tu che sei qui oggi, hai la grazia di vivere questo momento di preghiera, in questo santuario dedicato a Gesù Misericordioso. È di Gesù Misericordioso perché Gesù si prende cura di ogni cuore che oggi è qui presente. E la Misericordia è la nostra fonte di grazia nei tempi finali. L’ultima tavola di salvezza.

Devi entrare nel Cuore di Gesù Misericordioso per difendere la causa più giusta, che è la famiglia. Per difendere la tua famiglia, che oggi è l’obiettivo del demonio. Quante persecuzioni si avvicinano alla tua famiglia. Perché in questo anno delle missioni, la missione principale inizia dentro la tua casa. La principale evangelizzazione inizia dentro la tua casa. E molte volte diventa difficile evangelizzare la tua casa. Perché l’uomo è così tormentato dal vuoto, che non accetta che suo padre gli indichi la via della felicità. E a volte è lo stesso figlio che guarda il padre e gli dice: “Padre, tu non sei sulla via della felicità”. E molte volte diventa difficile evangelizzare dentro la tua casa.

Ma tutto è possibile quando metti Dio davanti a te. Non c’è niente al mondo, figli, che può essere maggiore della vostra fede. Né il dubbio, né l’incertezza, né la sfiducia. Perché molte volte dici “Madre, è impossibile che io veda la pace nella mia casa”. Ma io guardo verso di voi e dico “Figli, è possibile avere pace nelle vostre case, perché Dio è pace e Dio è Padre”. E il Padre ama, il Padre veglia, il Padre si prende cura. Se la famiglia è il giardino, il Padre si prende cura di questo giardino. Allora è possibile restaurare la tua famiglia.

Mettiti in ginocchio. Il mondo ha bisogno di mettersi in ginocchio. L’uomo ha bisogno di credere. L’uomo ha bisogno di avere fede. Così come è successo nella vita di quei primi strumenti, così deve succedere nella vostra vita oggi, che state vivendo questo tempo di forti battaglie. Avete bisogno di credere. Egli è Padre. Egli è completamente circondato dall’amore per i suoi figli. Egli ama tantissimo i suoi figli. Niente è impossibile a Dio. Tu puoi e devi fidarti, perché Dio ti darà tutto quello di cui hai bisogno per la tua fede. La tua fede ti cambia. Perché l’uomo di fede non resta attaccato alle briciole del demonio, egli vince queste briciole, ha coraggio, è forte, e costruisce la santità nella sua vita.

Il mondo ha bisogno di restaurare la santità. L’uomo oggi dice “sono peccatore” e così poco dice “sono santo”. Allora ha bisogno di restaurare questa santità. Credere. Inginocchiarsi e avere fede. Siamo in una lotta che è la lotta per il Trionfo del mio Cuore Immacolato. Un mistero di Dio molto grande! Che sarà la grande vittoria di Dio Padre, di Dio Figlio e di Dio Spirito Santo e di tutti noi, famiglia di Dio.

Ma dobbiamo credere, figli. Fintanto che l’uomo non cerca questa fede viva, egli non guarisce né le ferite che sono nel suo cuore e tanto meno quelle della sua carne. Ha bisogno di comprendere che Gesù è l’Alimento della guarigione, della liberazione. E molte volte, come è successo nella vita di quelli che sono stati fedeli, santi fedeli, hanno dovuto portare una croce. La Sacra Famiglia ha portato la grande missione di essere strumento affinché il Figlio amato morisse per voi. È una battaglia, figli. Perché noi amiamo. Abbiamo il sentimento. Chi ama, soffre. Una madre soffre per un figlio. Un figlio soffre per i genitori. Ma Dio trasforma tutto.

Oggi vedo la bellezza della Sacra Famiglia in ogni angolo del mondo, a proteggere e benedire le famiglie che oggi sono trascinate dal mondo, ossia dalla debolezza, dal peccato. La famiglia che bisogno di essere restaurata con la forza dello Spirito Santo. Santità, preghiera, fedeltà, con Dio. Con Dio, innanzitutto con Lui. Perché tutto passa.

Oggi tu sei qui ma Dio può guardarti e dirti “Figlio, ti voglio con me” e prenderti. Perché la tua vita appartiene a Dio. Tutti siamo qui per fare la volontà di Dio. Nessuno conosce il giorno, nessuno conosce l’ora. Nessuno conosce il momento in cui arriverà gioia o arriveranno lacrime. In cui arriva il dolore o arriva il sollievo. Allora è sempre necessario vigilare e pregare. Prepararsi. Essere pronti. Oggi l’umanità vive molto poco la preparazione. L’uomo non è preparato. Per qualsiasi motivo versa lacrime. Ha bisogno di avere il sostegno della fede. Se è sofferenza: preghiera. Se è gioia: preghiera. Ringraziare nei momenti felici e pregare nei momenti di battaglia. Preghiera. Preghiera di ringraziamento. Pregare per chiedere forza.

Allora oggi voglio chiedere molto allo Spirito Santo di illuminare le famiglie. Soprattutto le famiglie missionarie. È l’anno delle missioni. E ogni famiglia è missionaria. A volte non esiste la missione, ma è comunque missionaria. Perché Dio si è servito di voi per l’opera più bella di tutte le opere, che è la grazia della condivisione, la grazia della prosperità, la grazia della moltiplicazione, perché in ogni famiglia vediamo le virtù del Divino Spirito Santo. Ogni famiglia si moltiplica. Tu vedi sempre le radici della tua famiglia, la moltiplicazione di questi alberi attraverso i figli che crescono e quei bambini bellissimi che diventano giovani. Allora la famiglia è il tesoro che voi avete nel mondo. Non esiste ricchezza, al mondo, maggiore di una famiglia. È la vostra ricchezza maggiore. La grazia di Dio ti ha fornito la vita e ti ha fornito la grazia di avere i tuoi genitori. È un dono di Dio. Ma oggi il mondo è violento, perché molti genitori non amano più i figli. La violenza, l’orgoglio e l’odio si stanno impadronendo del mondo. L’uomo sta perdendo il vero puro sentimento dell’amore.

Allora la missione oggi è essere famiglia missionaria, è andare incontro alle famiglie bisognose. E vi dico questo come Madre, questo è urgente. Se volete aiutare le famiglie, è urgente. Se vuoi aiutare la tua famiglia, è urgente. Perché le famiglie stanno cadendo a pezzi. Le famiglie stanno finendo. Allora è necessario lavorare, e lavorare tanto. Perché è l’anno delle missioni, l’anno delle comunità. E la tua famiglia è missionaria. La tua famiglia è comunità. E la tua famiglia oggi sarà sempre protetta dalla presenza del Padre, del Figlio e del Divino Spirito Santo.

Allora vai avanti, popolo di Dio! La battaglia sarà molto forte. Verrà contro le famiglie. Preparatevi. Mettetevi in ginocchio. Pregate. Fate tutto quello che Gesù vi chiede. Egli è il Vino migliore. È il Vino buono che manca nella tua famiglia. Quello che guarisce, è il Sangue di Gesù. Allora chiedi a Gesù di entrare nella tua casa, metti la tua famiglia nel  Cuore di Gesù Misericordioso è dì: “Gesù, abbi misericordia della mia famiglia e delle famiglie del mondo intero. Amen”.
Con gioia e amore , in questo momento voglio darvi la mia benedizione.

La Madonna benedice tutti i presenti mentre intonano il canto “Dacci la tua benedizione…”

Cari figli,
vi ho benedetti con molto affetto.

Un avviso fortissimo in questo messaggio di oggi per le famiglie. Mettetevi in preghiera. Abbiate fede. Siate famiglie sagge.

Oggi dobbiamo fare una scelta: o la via stretta che ci porta a Dio o la via larga che ogni giorno ci porta ad una sofferenza maggiore. Perché semplicemente ti allontani da Dio, quando preferisci questa via larga. La via stretta è quella della battaglia. Come ha detto Gesù “meglio mille volte una piaga sulla carne che una sola volta una piaga sull’anima”. Ed Egli ha preferito tutte queste piaghe sulla carne perché nessuna di esse raggiungesse l’anima.
Oggi Egli ci insegna che le tempeste non si vincono con la tempesta e il rumore, si vincono con la preghiera e il silenzio, che è la brezza leggera. Gesù è stato il grande esempio: dove c’era rumore, Egli arrivava e faceva tornare la pace. Calmava quel rumore, perché il rumore ti porta alla sofferenza spirituale. Non ti porta pace. Come oggi tanti cuori malati, tribolati, che perdono completamente l’essenza della felicità. Ci vogliono sempre silenzio e preghiera.

Gesù ci fa riflettere sul fatto che le famiglie sono l’obiettivo che il demonio vuole distruggere.
E noi oggi abbiamo una missione con le famiglie, perché noi siamo una famiglia.
Il missionario ha una famiglia? Sì. Il sacerdote ha una famiglia? Sì. Tutti sono una famiglia.
Ed Egli ha detto chiaramente: attenti! Le famiglie stanno chiedendo aiuto. Allora è una missione molto forte, figli.
Offriamo questo santo rosario per la famiglia. Prenditi cura della tua famiglia. Guarda la tua famiglia. Pensa a questo giardino che, se non te ne prendi cura, muore. Così è adesso la famiglia.

Che Dio vi benedica in questa missione, benedica ciascuno di voi. Questa benedizione è soprattutto per i malati, quelli che hanno una ferita nella carne, che Dio dia loro la grazia della guarigione. Perché Gesù può guarire. Egli è il miracolo. Egli farà questo miracolo nella tua vita. Abbi fede e confida. Questo miracolo è Gesù.

Faccio gli auguri a chi compie gli anni, che Dio dia molta luce a tutti voi e molta pace.
Che il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo vi benedicano e vi custodiscano.
E che i santi rafforzino voi che siete sul cammino della santità.

I fiori sono stati benedetti per la guarigione e la liberazione del corpo e dell’anima.
Ecco la Serva di Dio, che chiede sempre a Gesù di benedire questi fiori per i figli, affinché ottengano molte grazie. Perché ne hanno bisogno.

Il Cielo mi chiama! Sono l’Immacolata Concezione. Ecco la Serva del Signore.


Altri messaggi tradotti