Le apparizioni a Piedade dos Gerais (1987 - in corso) - testi originali: www.valedaimaculadaconceicao.com.br

Messaggio di domenica 03.03.2019
2° giorno di ritiro spirituale (organizzato tutti gli anni in riparazione del carnevale)
traduzione dall'audio

Cari figli,
con grande sapienza viviamo questo momento di preghiera, questo grandioso momento di grazia, oggi domenica giorno del Signore. In questo ritiro spirituale possiamo sentire Gesù così vicino a noi.

Il ritiro spirituale di questo anno delle missioni, di questo anno delle comunità, ha qualcosa di diverso: il mondo che soffre, l’uomo che ha bisogno di Dio, ha bisogno di pace, di guarigione, di liberazione. È un ritiro che ci fa fare esperienza del Cielo, sentire il peso del cammino, perché non è facile seguire la Via che ci porta alla casa del Padre, che è Gesù stesso: Via, Verità e Vita.

Allora oggi vogliamo riflettere sull’importanza della preghiera. Quanto abbiamo bisogno di arricchire i nostri cuori con la sapienza dello Spirito Santo, in una vita di maggiore preghiera! Questo ritiro ci porta [a questa riflessione] anche per il momento che il Brasile sta attraversando. Che il mondo sta attraversando. Gesù qui ci chiama alla preghiera. È un ritiro in cui abbiamo la grazia di stare in un luogo benedetto, ma consapevoli che oggi i figli di Dio hanno bisogno di molta conversione. Anche stando qui, vediamo che molti ancora non sanno perché sono qui. È necessario che impari a valorizzare i momenti di grazia, perché sei in un momento di grande grazia. Il Cielo ha molta misericordia di te, della tua famiglia, della tua comunità. È un amore immenso quello che Dio ha per ogni figlio.

Allora facciamo l’esperienza di vivere questo ritiro in quest’anno, che è un anno di molte battaglie in tutte le parti della Terra. Noi siamo qui perché abbiamo bisogno di stare uniti alla Santissima Trinità. Soprattutto i giovani, che oggi sono qui e pregano con voi questo santo rosario. Chiediamo a Dio per i giovani. C’è molta sofferenza nella vita dei giovani. C’è molto dolore. E l’uomo non può ignorarlo. Quando parliamo del Brasile, della vita di missione qui in Brasile: riscattare i giovani oggi è una missione. Una missione molto seria. Riuscire a riscattare i tuoi figli giovani, metterli sul cammino della misericordia, carità, fraternità, obbedienza, timore di Dio. È una battaglia, figli!

Gesù ci ha fatto un appello molto forte di preghiera per la Santa Chiesa, per i giovani missionari, per quelli che vogliono offrire la propria vita al servizio del Cielo. Che missione! Servire Dio oggi è una missione molto grande. Significa affrontare battaglie molto forti. Perché non è facile portare la Parola di Dio. Forse in questo momento è facile ascoltare quello che la Madre trasmette, ma è molto difficile vivere quello che la Madre chiede. Mettere in pratica questa parola, vincere tutte le briciole che il demonio oggi ha sparso nel mondo, che hanno sedotto le persone, soprattutto le famiglie.

Siamo qui in un ritiro spirituale, siamo qui per pregare per le famiglie. Quando si parla di famiglia, ognuno pensa alla propria, pensa a come sta la propria famiglia. E ogni famiglia ha una ferita, nel cuore, nell’anima: discordia, disunione. Ci molte insidie del demonio che stanno distruggendo le famiglie. Allora è necessario che tu comprenda che il ritiro va oltre la tua presenza qui. Tu sei qui per Dio, per una missione: preghiera. All’alba, lodare; al tramonto, ringraziare. Vivere questo momento di grazia.

Riusciamo vivere questo momento di grazia ma riusciamo anche ad avere sapienza per vedere e sentire che l’ora è di sofferenza, figli. È impossibile per l’umanità non accorgersi di questo. Ecco perché il ritiro ci porta questa brezza: Gesù. Questa brezza che è Gesù: leggera, soave, mite. Stiamo facendo esperienza di un ritiro in un anno che sarà pieno di battaglie per tutti i figli di Dio sulla Terra. Allora vivete questo ritiro, avvicinatevi a Dio, cercate realmente di fortificare la vostra fede, la vostra fiducia, la vostra vita di preghiera.

Voi sapete che molti sono chiamati, pochi quelli scelti. Perché, quando Gesù mostra la messe, tutti sono disponibili. Ma quando mostra la battaglia che serve per la sua messe, non tutti la vogliono. Molti si scoraggiano. Perché non tutti vogliono affidarsi, non tutti vogliono vita di preghiera, rinuncia, vivere la provvidenza. La tua vita è una provvidenza di Dio. Tutto, figlio. Oggi può essere l’ultimo giorno della tua vita. Perché tutto è provvidenza di Dio. Nessuno conosce il domani. Puoi anche pianificarlo, ma spesso non è come lo avevi pianificato. Puoi essere sorpreso da notizie gioiose o da momenti tristi.

Allora è il momento, per l’umanità, di mettersi davanti a Dio, di avere molta forza, molta preghiera. Voglio dirvi: non vogliate andare molto in fretta. L’uomo oggi vuole ottenere tutto molto in fretta. Ma la fede, il fondamento della fede, il cammino verso la fede, è uno scalino che devi salire consapevolmente. Non voler affrettare il tuo cammino. Non voler credere di essere molto preparato per le cose. Perché non lo sei. Io vorrei che il mondo fosse preparato, figli! La Madre di Dio vorrebbe che il mondo fosse preparato per il tempo della giustizia. Vorrei che il mondo fosse preparato per le grandi prove che il mondo dovrà attraversare. Per i grandi segni che il mondo vedrà! E non sempre saranno segni di gioia. Vorrei che il mondo fosse preparato.

Per questo dovete avere molta fede e molta sapienza. Non voler andare troppo in fretta. La malvagità e le insidie del nemico sono terribili, figlio! Terribili! C’è solo il potere della preghiera per combattere il male che oggi si sta prendendo gioco delle famiglie. Fare spazio a Dio nella vita, fare spazio a Dio nella famiglia. Avere molta sapienza per poter attraversare le grandi prove, perché oggi l’uomo non si è lasciato scuotere nemmeno dai grandi segni di Dio.

State vivendo un ritiro. Molti di voi, in questa valle dedicata alla Madre di Dio, consacrata a Gesù Misericordioso, se chiudono gli occhi ricorderanno che qui avete già fatto molti ritiri. Molti! Ma questo ritiro è differente. La chiamata di Dio è più forte. Egli vi sta dicendo: “Non puoi più aspettare. Se ritardi non avrai più tempo per cercare quello di cui hai più bisogno: la tua salvezza”. Perché tu sei del Padre. Allora è il momento di riflettere molto su questo, figli. Dovete avere una vita fondata sulla fede. Crescere, essere molto umili. Al momento dell’apertura del ritiro spirituale abbiamo detto: umiltà. È come se Gesù dicesse: “Preparati, perché arriveranno le battaglie”. Quindi ti ha chiesto umiltà.

Non vi chiederei umiltà, in questo ritiro, se non doveste passare per molte prove. Non pensate che sarà facile. Sarà così difficile, figli! Per questo sono qui, in questo ritiro spirituale. Avete bisogno di avere fede, non paura! Nessuno deve avere paura. Quando abbiamo Dio non abbiamo paura, abbiamo fede. Ma dovete cercare di essere consapevoli che il mondo non può avere più molta speranza in quello che l’uomo sta seminando. L’uomo non sta seminando cose buone. Sta seminando egoismo, orgoglio, vanità. Non sta seminando insieme a Dio.

Chi è Dio per noi? Chi è lo Spirito Santo per noi? Chi è il Padre per noi? Chi è Gesù per noi? Cos’è la Santissima Trinità per noi?

Quando ricevi Gesù Eucaristico: chi è Gesù per te, figlio? Spesso ricevi Gesù ma non sai chi Egli è per te. Sei ancora tormentato, sei pieno di pensieri cattivi, e Gesù è Colui che guarisce. Colui che, quando entra nella tua vita, entra per fare della tua vita una vita nuova!

Parliamo dello Spirito Santo: quanto è bello lo Spirito Santo! Quel discernimento silenzioso, quella voce che agisce nel silenzio della tua anima, che ti rialza. Rialzati, figlio! Non pensare che ti sei indebolito, che hai perso. Hai guadagnato! Hai guadagnato, perché l’obbedienza è la cosa più sacra. E noi spesso piangiamo a causa dell’obbedienza. Perché il mondo potrebbe avere molta più unione, molta più unità, molta più fraternità, le persone avrebbero bisogno di abbracciare di più questa causa nobile, che è il Cielo. Lo Spirito Santo è grandioso. Egli fa meraviglie. Quando lo Spirito Santo agisce noi, noi cantiamo meraviglie al Signore. Abbiamo bisogno di sentire questo Spirito Santo. Che lo Spirito Santo venga su di noi.

Dio Padre. Noi che parliamo tanto dell’amore di Dio Padre. Che parliamo tanto di questo amore. Che parliamo tanto del Divino Padre Eterno, che arricchiamo la nostra voce quando diciamo “Divino Padre Eterno!”, ma molte volte non vivi quello che questo Padre Eterno desidera. Ci vuole molta preghiera, figli. La battaglia è fortissima!

Per questo il nostro ritiro spirituale è un ritiro in cui il Cielo ci chiama alla conversione. A una vita salda nella fede. Torna alla casa del Padre! Sii sapiente per avere una fede salda, perché i tuoi occhi vedranno la tristezza nel mondo. E non potrai sfuggirla, né in Brasile né nel mondo. Sarà ovunque. Non sarà solo nella tua casa, che è il Brasile. Sarà ovunque.

Allora il momento è di preghiera. Dio ascolta la vostra voce. Il Padre ascolta. Quando pregate, Egli ascolta. Per questo, nel momento della preghiera - anche in silenzio, non è necessario che sia a voce alta - chiedi a Dio. Innanzitutto per il Brasile, che è la tua casa, per il mondo, che è la tua famiglia. Chiedi a Dio per la Santa Chiesa, chiedi a Dio per tutti i missionari, chiedi a Dio per tutte le comunità, perché il mondo ha urgentemente bisogno di conversione. È Dio che si prende cura del mondo, figli.

L’uomo ha perso completamente il rispetto per la vita. Perché, quando parliamo di rispettare Dio, la prima cosa su cui devi riflettere è questa: “io sono immagine e somiglianza di Dio”. È su questo che dovresti riflettere. E oggi non rispetti te stesso, che sei immagine e somiglianza di Dio. Spesso non rispetti la tua vita. Dio ti ha dato la grazia della presenza dello Spirito Santo dentro in te. Spesso non rispetti la tua famiglia, che è sacra. Non rispetti tuo figlio, che è un dono di Dio. Un tesoro. Voi pensate che il tesoro sia l’oro. No. Il tesoro è la famiglia. L’oro è il figlio. Questa è la vostra ricchezza. Ma l’uomo non sta cercando questo impegno, quello di prendersi cura di quello che è sacro per Dio. Tu, il figlio di Dio.

L’umanità ha bisogno di molta guarigione. Il nostro ritiro ci invita a questa guarigione. Il Brasile, all’inizio di questo anno missionario e delle comunità, ha visto chiaramente che la sofferenza è vicina a tutti. Allora è necessario accendere questa fiamma dello Spirito Santo. Dire con forza: “Vieni Spirito Santo! Vieni a illuminare”. Il mondo è nelle tenebre, l’umanità ha perso completamente l’amore. Gesù ha detto: “Il giorno in cui smetterete di amare, soffrirete tutte le conseguenze: sofferenza spirituale, materiale e temporale”.

Oggi è necessario che l’amore cresca. Perché esiste ancora l’amore, figli. Voi che state facendo questo ritiro, sapete quanto Dio vi ama. Per questo siete venuti. Se non aveste fatto esperienza di questo amore nella vostra vita, non sareste qui. Perché questo è un luogo di preghiera, è una valle di penitenza. E sarà sempre una valle di penitenza, perché il mondo ha bisogno di penitenza. Il mondo non ha bisogno della strada larga, ha bisogno che l’uomo abbia il coraggio di percorrere la Via stretta, che è Gesù.

L’uomo ha bisogno di svegliarsi, lavare il proprio viso con il Sangue dell’Agnello di Dio e vedere, con l’Acqua che sgorga dal Cuore di Gesù Misericordioso, i segni di questi tempi, che non sono la fine del mondo. Dio non vuole la fine del mondo. Ma se non cercate una via di ritorno alla casa del Padre, verrà distrutto tutto quello che ha valore, tutto quello che Dio ha edificato quando Gesù nacque e morì per voi, soprattutto la famiglia.

Allora è necessario stare molto attenti. Che non significa avere paura. Io non sono qui per spaventarvi. Al contrario: la Madre è qui per arricchirvi di forza. Perché è dello Spirito Santo che avete bisogno. Chi vi abbatte e vi porta alla paura è il demonio. Lo Spirito Santo, Gesù e il Padre, vi portano coraggio. Sempre coraggio. Chi ha Dio, vede oltre questa natura che i vostri occhi possono contemplare. Chi ha Dio vede il mondo, ma sa anche che siamo di passaggio e che siamo sulla strada verso il Regno dei Cieli. Verso il mistero più grande, che è la Resurrezione. In Cristo e per Cristo.

Allora è necessario vivere questo mistero di Dio, avere sapienza, aprire il cuore, sentire che non siete soli. La Madre, per la Misericordia, ancora è sulla Terra. La Misericordia è il Padre, la Misericordia è il Figlio, la Misericordia è il Divino Spirito Santo. Dovete stare in guardia. Sarà difficile il cammino? Sì. Non sarà facile, perché siete in lotta per il trionfo del mio Cuore Immacolato: una cosa che Dio vuole per il mondo, ma della cui costruzione sono responsabili i Suoi figli, perché nelle nostre mani e nelle vostre mani Dio affida questa missione di lotta per la vittoria, che è la grande vittoria della Santissima Trinità. Il trionfo del mio Cuore Immacolato, figli, è la grande vittoria della Santissima Trinità. Perché Dio è tutto per noi. Maria è Serva, e anche voi figli siete servi. Ed ecco la missione. Una missione nobile, un cammino bellissimo. Allora valorizza questo ritiro! Quando sei in un posto molto benedetto da Dio, dove hai la grazia di vivere ogni momento assaporando questo Cielo, approfittane. Perché avrete bisogno di molta forza. Ma voi avrete forza! Se cercate troverete, figli. Tutto vi sarà dato. Chi cerca, otterrà.
Per questo, con grande affetto, desidero darvi la mia benedizione.

La Madonna benedice i presenti mentre intonano il canto “Dacci la tua benedizione…”

Cari figli,
vi ho benedetti con molto affetto.
Questo messaggio è veramente luce per il ritiro spirituale. Perché è necessario capire il momento presente dell’umanità. Come vive oggi l’umanità. Come stanno la famiglia, i giovani, i bambini, il popolo di Dio, com’è la battaglia, la lotta, i momenti.

Ma sempre, quando incontri molte battaglie, incontri una risposta per le tue battaglie. E la risposta è chiarissima: preghiera. Preghiera, adorazione, Eucarestia, fede, devozione, cambiamento di vita, conversione. Questa è la grande vittoria dell’umanità.

Che Dio vi benedica, figli. Io vi ho appena benedetti e ho chiesto a Gesù di benedire i fiori, i bambini qui presenti, i giovani, i padri, le madri, i missionari, la Santa Chiesa, tutto il popolo di Dio, tutti i cammini dei figli di Dio. Chiedendo che questi fiori siano, per la vostra vita, fonte di grazia, guarigione, liberazione, quello che realmente avete bisogno di ottenere dal Cielo.

Che tutti rimangano in pace.
A chi compie gli anni auguro molta luce per seguire la via del Signore.
Che tutti rimangano con la benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Vi auguro un pomeriggio benedetto e un ritiro santo.
Ecco la Serva del Signore, la Madre di Piedade, l’Immacolata Concezione, ed ecco che il Signore mi chiama.


Altri messaggi tradotti